Riflessioni

Elenco articoli in questa rubrica

Il desiderio dell'amore di Francesco Saverio Petagna per gli altri

 Per capire l'amore che mons. F. S. Petagna ebbe per gli altri bisogna partire dallo studio del Vangelo di Matteo cap.22 vers.27, dove troviamo il comandamento più grande: " Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente...amerai il prossimo tuo come te stesso" . Gesù riduce i dieci comandamenti ad uno solo, quello dell'amore, perché chi ama sinceramente osserva tutti gli altri. Secondo questo comandamento il motivo dell'amore del prossimo non è più un sentimento di solidarietà umana,... »»

Riflessioni su RR 36

  “Prima di essere una costruzione umana,la comunità religiosa è un dono dello Spirito. Infatti è dall’amore di Dio diffuso nei cuori per mezzo dello Spirito che la comunità religiosa trae origine e da esso viene costruita come una vera famiglia adunata nel nome del Signore. Non si può comprendere quindi la comunità religiosa,senza partire dal suo essere dono dall’Alto,dal suo radicarsi nel cuore stesso della Trinità santa e santificante, che la vuole parte del mistero della Chiesa,per la vita del m... »»

Riflessione su RR 20

 Un cuore così acceso, per lo spirito di Gesù Cristo che lo investe e spinge, corre per tutto … Nulladimeno mentre la fiamma di questo fuoco che consuma, essendo Iddio chiamato da Mosè "fuoco divoratore» (Deut. IV,24) non giunge alla sua sfera nei cieli, non potrebbe starsene pigra e neghittosa sulla terra; abbisogna di continuo pascolo attorno a sé, onde secondo il divino beneplacito, non andasse mai spento sull'altare del cuore (Lv. VI, 5-6). Questo fuoco perpetuo come volevalo Iddio, per mantenersi sempre vivo e gagliardo va in cerca di ... »»

La ricerca del sapere in Monsignor Petagna

 “La natura intellettuale della persona umana raggiunge la perfezione mediante la sapienza, la quale attrae con soavità la mente a cercare e ad amare il vero e il bene, e quando l’uomo ne è ripieno, lo conduce attraverso il visibile all’invisibile” (Gaudium et spes n. 15). Il sapere è un interrogare continuo che ha come obiettivo di ampliare le proprie conoscenze ed avvicinarsi alle conoscenze divine; è un andare alla ricerca della verità e l’uomo per natura mira alla conoscenza e a superare l’ignoranza. Mons. P... »»

Riflessione su RR 31

 “Per loro la Vittima del Calvario, nascosta poi in sacramento, è la beata calamita che attira con soavità, forza e dolcezza tutti i pensieri della loro mente, come tutti gli affetti del loro cuore.” (RR 31) Sicuramente, con queste affermazioni, il fondatore esprime la sua intensa spiritualità, la sua forza interiore, il suo coraggio che gli vengono dalla contemplazione della Croce, dalla celebrazione eucaristica, dalla preghiera di adorazione e per questo può dire: “Immersi nella contemplazione dei consecutivi misteri del Salvatore Dio In... »»

L’insopportabile pietà di Francesco Saverio Petagna per le sofferenze umane

  INTRODUZIONE Per parlare del fuoco della pietà che ardeva nel cuore di Francesco Saverio Petagna e lo portava a soffrire con chi soffre, e a trovare le risposte concrete, adatte ad ogni umana sofferenza, ho voluto chiarire a me stessa il concetto di pietà. Comunemente noi identifichiamo la pietà con la misericordia; diciamo: la pietà è un sentimento che spinge l’uomo ad amare e rispettare il prossimo, ma la pietà in senso teologico, prima di essere un sentimento verso i fratelli, è un dono dello Spirito Santo, che ci inse... »»

L’amore di Francesco Saverio Petagna per il Signore

 Introduzione: Cosa spinge un giovane in tenerissima età a donare la sua vita al Signore? Più volte negli anni scorsi ci è stato chiesto di far memoria della nostra vocazione, dell’entusiasmo iniziale della nostra risposta a Dio. Abbiamo potuto, ciascuna nel suo cuore o nella sua fraternità, constatare come il Signore si sia servito di ogni mezzo per comunicarci il suo Amore: l’entusiasmo di una suora, come la sofferenza di una perdita, il desiderio di essere utile o la delusione di una situazione, la gioia di voler essere dono per gli altri, o un ... »»

Riflessioni su Regole 14

  "Lungo i secoli non sono mai mancati uomini e donne che docili alla chiamata del Padre e alla mozione dello Spirito, hanno scelto questa via di speciale sequela di Cristo, per dedicarsi a lui con amore indiviso (1Cor 7,34). Anch'essi hanno lasciato ogni cosa, come gli apostoli, per stare con lui e mettersi conme lui al servizio di Dio e dei fratelli" (Vita Consecrata, 1) Molti carismi di vita spirituale ed apostolica ha distribuito in noi lo Spirito Santo per rinnovare il mondo. La nostra vita è dono prezioso e necessario per il presente e per il futuro di tutto il... »»

Incontro con le suore a Roma, per l’animazione da tenersi in Castellammare di Stabia: Settimana santa

• Settimana santa COME UNA SUORA DEI SACRI CUORI VIVE LA SETTIMANA SANTA? Per noi chiamate ad avere sempre gli occhi rivolti a Gesù, Vittima di amore, è un tempo santo da vivere nella vera intimità con Gesù, in un grande silenzio, per permettere alla Parola di incontrarci, penetrarci ben addentro e plasmarci e consentire che il Mistero di morte e risurrezione di Gesù ci avvolga per essere creature nuove, rigenerate dall’amore di Dio. Viviamo la settimana santa confrontandoci anche con le parole del Fondatore contenute nelle Regole: chiamate ... »»

Incontro con le suore a Roma, per l’animazione da tenersi in Castellammare di Stabia: profilo di Mons. Petagna

PROFILO DI MONS. PETAGNA Voi siete la luce del mondo dice Gesù ai suoi discepoli. Non si accende una luce per metterla sotto il moggio, ma sul candeliere perché faccia luce a tutti. Il nostro Francesco Saverio la luce, ricevuta al fonte battesimale, l’ha tenuta sempre accesa, alimentandola con la preghiera, con l’ascolto fedele della Parola, con la sua docilità alla grazia, con l’olio della carità. Francesco Saverio Petagna ha assorbito la luce dalla Parola che è stata il suo pane quotidiano, si è lasciato illuminare da essa, diven... »»

Lasciatevi riconciliare (incontro formativo Castellammare 17-18 marzo) Madre Maricla

È quanto mai opportuno, in Quaresima, soffermarci a riflettere sull’invito di Paolo: Lasciatevi riconciliare (2 Cor 5,20) Ci stiamo dicendo più volte quest’anno che il Signore ci chiama a rinascere, ma possiamo rinascere solo se ci apriamo all’amore di Dio che perdona, risana e dà la vita. Non possiamo parlare di riconciliazione a prescindere dall’amore, quello di Dio. Non ci può essere riconciliazione senza amore. Dio è amore. Dio crea per amore, per dare all’uomo tutto quanto è ed ha: in una parola per sposare l&r... »»

Cercatori di Dio: La sfida della fede

L’uomo, nella sua esistenza, si pone tante domande, ci siamo soffermati solo su alcune di esse. I cristiani, che amano la vita, perché Gesù è il Signore della vita, si chiedono quale testimonianza dare al mondo. Come possiamo rispondere alle domande che la gente ci pone? Dio chi sei? Dove sei? Come possiamo vedere il tuo volto? E chi sono io? Quale rapporto c’è tra l’uomo e Dio? Il cristiano è chiamato alla sfida della fede. Già la vita richiede un atto di fede, ma questa fede deve aprirsi a Colui che ci chiama dal profondo di ci&... »»

Cercatori di Dio: cercatori di pace e di giustizia

       Siamo desiderosi di pace e di giustizia con noi stessi, con gli altri e con il creato. Ogni giorno i giornali o la televisione ci presentano scene di violenza, di guerra e di sopraffazione. Perché l’ingiustizia continua a pesare su tante situazioni umane, negando la costruzione della pace? Gesù risorto ha donato la pace. “Vi lascio la pace, vi do la mia pace, non come la da il mondo io la do a voi” ( Gv 14,27). Ma questa pace dobbiamo costruirla noi in un’opera quotidiana di solidarietà di fratellanza, di giust... »»

Cercatori di Dio: cercatori d'Amore

                Cerchiamo amore, perché siamo fatti per amare e per essere amati, siamo stati inseriti nella SS. Trinità. Per amore siamo nati, per amore viviamo ed essere amati dà gioia. L’amore è contagioso ed esige uscire da sé e accogliere la diversità, nella generosità del dono e nella gratuità. La gioia nasce anche dal lasciarsi amare.                  L’amore, la c... »»

Cercatori di Dio: cercatori di felicità

Tutti cerchiamo la felicità, ma quale felicità cerchiamo? come la cerchiamo? quali strumenti possono farcela raggiungere? Il cristianesimo si oppone alla voglia di felicità dell’uomo imponendo rinunce che costano sacrificio? A quest’ultima domanda siamo pronte a rispondere che Gesù ci ha rivelato Dio come Padre amante della vita e della felicità dell’uomo, per cui la religione cristiana non è contraria alla realizzazione della felicità, anzi la vuole promuovere. Ma che felicità cerchiamo? La sofferenza che sperimen... »»

Cercatori di Dio: cercatori della Sua volontà

Introduzione La ”Lettera ai cercatori di Dio” è un sussidio della Commissione Episcopale per la dottrina della fede del 22-25 settembre 2008. Esso si rivolge a tutti coloro che sono alla ricerca del volto del Dio Vivente: IL TUO VOLTO, SIGNORE IO CERCO, NON NASCONDERMI IL TUO VOLTO E’ suddiviso in tre parti: 1) Le domande che ci uniscono: un invito a credenti e non che sinceramente vogliono riflettere sulle domande che ogni uomo si pone, perché sono insite nel suo cuore; 2)La Speranza che è in noi: una testimonianza che vuole rendere ragione de... »»

“La croce, cuore della vita di Paolo e del suo annuncio”

“Ti basta la mia grazia; la mia potenza infatti si manifesta pienamente nella debolezza» (2Cor 12, 9). (diap. 2) Vorrei cominciare il nostro incontro da questa risposta “Ti basta la mia grazia; la mia potenza infatti si manifesta pienamente nella debolezza» (2Cor 12, 9) di Gesù a san Paolo che aveva chiesto che fosse allontanata da lui “la spina nella carne”, perché vedeva in essa un ostacolo al suo apostolato. Cos’era quella spina? E perché ho voluto prendere proprio questa espressione per iniziare il nostro incontro sebbene il ... »»

Chiamate alla comunione - III parte

Paolo è mediatore della Parola di Dio per la comunità di Corinto e per la nostra fraternità oggi. Leggiamo 1 Cor 1, 10-17. S. Paolo invita a rifuggire ogni lacerazione o strappo nel tessuto delle relazioni all’interno della comunità e incoraggia positivamente all’unità nel modo di pensare e di elaborare intenzioni, giudizi, scopi, volontà e desideri. “Ci sia perfetta unione di pensieri e di intenti”. Cosa intende ? Forse dobbiamo pensare tutte alla stessa maniera? Non si tratta di una ricerca di “uniformità&rdq... »»

Chiamate alla comunione - II parte

Ieri abbiamo parlato di come la Parola è comunione e che se accolta è capace di scardinare le mie sicurezze e rivelare la verità su me stessa senza maschere e il presupposto per creare una comunione fraterna sull’esempio della SS Trinità è il comunicarsi senza veli e senza paura di non essere capiti o di essere giudicati. Oggi parleremo di come l’uomo si pone di fronte a Dio che parla e quali sono le mediazioni che Dio adopera per farci conoscere la sua volontà. Di fronte alla Parola di Dio, l’atteggiamento da tenere è qu... »»

Chiamate alla comunione - I parte (di sr Giovanna Paola)

Tema del nostro ritiro è la comunione e domani inizia la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: essere riuniti nella tua mano”(Ez 37,17). Riflettendo sul nostro argomento, vogliamo anche pregare perché tutti i cristiani, e nel piccolo, la nostra comunità sia “una cosa sola in Dio” perché è Lui la fonte dell’unità. Diamo il nostro contributo all’unità della chiesa, se viviamo l’unità nella nostra fraternità. Ma cerchiamo di capire a quale comunione il Signore ci chiama. D... »»
1 2 3 Succ. » »»